fbpx

È più facile suonare la chitarra, il basso, il piano o la batteria?

Prima di conoscere la risposta andiamo ad analizzare la domanda.

Non vorrei sembrare malfidato e prevenuto ma la prima impressione che mi dà la domanda “è più facile suonare la chitarra, la batteria, il piano o il basso”, è quella che si stia cercando di capire con quale strumento si faccia meno fatica ad imparare.

In prima battuta ho provato a confrontare i vari strumenti (e mi scuso se ne ho scelto solo 4…non potevo fare un’enciclopedia) determinando i pro e i contro, ovvero il facile ed il difficile di ognuno di loro.

In molti anni di insegnamento, molte volte mi sono sentito porre la domanda è più facile suonare la chitarra, il basso , il piano o la batteria?

 

Chitarra

Pro

  • Si arriva in tempi relativamente brevi ad accompagnare un brano usando semplici accordi e ritmiche.
  • Con degli schemi è possibile spostare accordi e scale su tutto il manico con mezza nozione di teoria e armonia.

Contro

  • Inizialmente (sopratutto per i più piccoli) c’è lo scoglio della mano sinistra (destra per i mancini). Con la punta delle dita dovremo premere con forza le corde sul manico e prima della comparsa dei calli (che non appariranno per magia ma solo dopo un costante esercizio) avvertiremo un po’ di fastidio. Senza la forza necessaria non ci sarà dolore ma probabilmente la nota non suonerà.
  • Il pro degli schemi trasportabili senza grandi nozioni teoriche, vi si ritorcerà contro più avanti e per fare un salto di qualità da chitarrista da falò a chitarrista completo, dovrete ristudiare con gli interessi la teoria e armonia che fino a quel momento vi era sembrata inutile.
  • Per via dei salti di corda e delle molte posizioni è piuttosto difficile leggere la musica su pentagramma (bestia nera dei chitarristi).

Basso

I pro e i contro del Basso sono molto simili a quelli della chitarra.

Pro

  • Si arriva in tempi relativamente brevi ad accompagnare un brano usando note singole e semplici ritmiche.
  • Come per la chitarra, con degli schemi è possibile spostare accordi e scale su tutto il manico con mezza nozione di teoria e armonia.

Contro

  • Inizialmente c’è bisogno di forza per far suonare le note. Anche di più della chitarra, per via delle corde più grosse ma tranquilli…al pronto soccorso non sono mai stati avvistati chitarristi o bassisti con polpastrelli lesionati.
  • Il pro degli schemi trasportabili senza grandi nozioni teoriche, vi si ritorcerà contro più avanti e per fare un salto di qualità, da bassista che suona le fondamentali a bassista completo, dovrete ristudiare con gli interessi la teoria e armonia che fino a quel momento vi era sembrata inutile (come per i chitarristi).

Pianoforte

Pro

  • Non c’è bisogno di forza per far suonare una nota a differenza dello sforzo che un bassista o un chitarrista ha alle prime lezioni.
  • Le note sono ben visibili in orizzontale (come su un’unica corda) e questo rende più facile la lettura del pentagramma e sopratutto la teoria e armonia vanno di pari passo con la pratica. Un pianista che impara l’accordo di Do Maggiore preme e quindi conosce le 3 note che lo compongono…provate a chiedere a un chitarrista…

Contro

  • Il costo di un pianoforte acustico è molto alto ma anche un economico piano digitale con tasti pesati è sempre più costoso di una chitarra di pari livello.
  • Dovete avere lo spazio disponibile in casa.
  • Non potete portarlo facilmente ad una cena o peggio ancora in un allegro falò estivo.

Batteria

Pro

  • Come per basso e chitarra si arriva in tempi relativamente brevi ad accompagnare dei brani con semplici ritmiche con pochissime nozioni teoriche.

Contro

  • Indipendenza di 4 arti. Mentre Piano, chitarra e basso vengono suonate con due mani, per la batteria utilizzeremo anche i due piedi. Ma attenzione!! In realtà tutti gli strumenti vengono suonati da un corpo coordinato che deve andare a tempo.
  • L’alto volume lo rende uno strumento poco amato dai vicini. Se non state in cima ad un monte dovrete cercare di insonorizzare la stanza e limitare lo studio in orari giusti. L’alternativa batteria elettronica è sconsigliata per cominciare e comunque è molto costosa se di qualità.
  • Per via dell’elevato ingombro dovreste avere uno spazio libero esclusivo in un cui sistemarla.

Ma quindi è più facile suonare la chitarra, il basso, il piano o la batteria?

La mia risposta: è facile suonare male tutti gli strumenti senza la necessaria applicazione.

Come ci insegna la matematica, 0x1=0, 0x100=0 e 0x12940238239 farà sempre 0! Quindi, con zero applicazione e impegno, non riuscirete a suonare niente qualunque sia lo strumento o il livello che volete raggiungere. Ovviamente lo sforzo necessario per arrivare ad un certo risultato non sarà uguale per tutti, ma anche per il più talentuoso degli aspiranti musicisti che investirà zero impegno varrà la regola del 0x121321311313113313=0.